L’Osservanza di Imola

“Ecco, infila il braccio, così. Bravo”. La mia mano scivola dentro un tessuto bianco. Colore innocenza. Scorre e non trova maniche. Un tunnel infinito. Prima un braccio poi l’altro. “Ecco fatto, adesso fermo che vado dietro” E di colpo le braccia mi arrivano strette intorno al corpo. E sento qualcosa che tira. Proprio nella schiena. … Read more