PERDONA IL MAL SCRITTO – Lettere di Annalisa (1939-1941)

Perdona il mal scritto

Lettere di Annalisa (1938-1941)

“E il fiume esondò. Prepotente e menefreghista.
Entrò nell’archivio storico dell’ex ospedale.
Migliaia di storie invase dall’acqua.

Universi umani che si scontravano con la calamità naturale.

Ma una settimana prima l’esondazione
sono riuscito a salvare alcune lettere di una
paziente dell’Ospedale psichiatrico.”

PERDONA IL MAL SCRITTO

Lettere di Annalisa (1939-1941)

Le lettere scritte, e mai spedite, dei pazienti sono una testimonianza vera e autentica di tutta quell’umanità silenziosa che viveva fra le mura del manicomio.

Sono riuscito a salvarne 4 e a trascriverle . Perchè la loro lettura possa restituire all’autore l’identità e i desideri espressi con inchiostro su carta.

“Perchè è così importante leggere e recuperare queste lettere mai spedite dei pazienti in manicomio?”

Voglio sintetizzare la risposta con 2 differenti parole:

IDENTITÀ

Dietro questi scritti l’essenza autentica di queste persone, spesso intrappolate in luoghi dove potevi fuggire soltanto con l’immaginazione. Persone che stanno per dissolversi nel tempo, pesanti addirittura per i ricordi.

UMANITÀ

Dietro i messaggi ai più cari, alle famiglie, sono espressi tutti i desideri, le nostalgie e i bisogni di queste persone.
Ogni volta che ci rivolgiamo a qualcuno con una lettera riversiamo un carico di emotività unico.

E se quel qualcuno è la nostra famiglia, le emozioni si fanno ancora più forti.
E perderle sarebbe qualcosa di letteralmente imperdonabile.

“Posso spedire il tuo nuovo ebook ad altre persone?”

Assolutamente si, anzi, più lo si fa girare e meglio è.

Quando scriviamo una lettera dentro riversiamo i nostri desideri, i nostri bisogni, i nostri problemi e i nostri stati emotivi più forti. Prova a immaginare di riuscire a imprimere su un foglio di carta tutte queste cose, di chiuderlo poi in una busta e di non recapitarlo mai al vero destinatario.

La nostra lettura restituisce umanità a chi ha scritto le lettere, la nostra lettura ci permette di vivere un pezzo di vita dell’autore, di immergersi in tutte le sue emozioni.
Perchè nessuna emozione è inutile.
E non vivere certe emozioni sarebbe il nostro sbaglio più grande.

“Come faccio a scaricare il tuo nuovo ebook?”

Semplice. Questo ebook si “paga” una condivisione: un piccolo programma renderà visibile il tasto DOWNLOAD dopo aver condiviso la pagina.

Dietro questa scelta un motivo chiaro: la necessità di far leggere a più persone possibile le lettere di Annalisa. La tua lettura è un modo per salvare il suo pensiero. La tua lettura è un modo per salvare lei stessa dell’oblio.À

Prima di scaricare il mio ebook, rimani in contatto con me cliccando MI PIACE alla mia pagina Facebook

Scarica qua la tua copia di
PERDONA IL MAL SCRITTO
Lettere di Annalisa (1938-1941)

Grazie per il tuo tempo

Iscriviti alla newsletter, sei solo ad un click di distanza

Iscriviti e riceverai una mail al mese con i miei ultimi articoli, suggerimenti di libri e mostre e tante altre informazioni.
L'ebook PILLOLE DI SILENZIO sarà un omaggio per ringraziarti della fiducia.