Manicomio di Cogoleto

Manicomio di Cogoleto

Il manicomio più esteso d’Italia

Dati tecnici

Data di Costruzione: 1911
Superficie Totale:
1.000.000 mq.
Superficie Coperta:
24.400 mq.
Numero posti letto nel periodo di massima ricettività:
3.500
Tipologia di manicomio: Padiglioni disseminati a villaggio 

Storia della struttura

Un milione di metri quadrati, un’estensione che lo rende il complesso manicomiale più grande sul territorio nazionale.

Reso operativo nel 1911 come nuova sistemazione da affiancare al vecchio manicomio di Quarto dei Mille che versava in condizioni difficili a causa del sovraffollamento,
il manicomio provinciale di Cogoleto comincia la sua espansione assorbendo i degenti delle strutture di La Spezia e di Mondonuovo ormai chiuse.

Nonostante nel 1926 sia stato evidenziato in modo negativo dalla Commissione di Vigilanza sui manicomi a causa del suo sovraffollamento e alla mancanza di reparti obbligatori per legge, il complesso manicomiale di Cogoleto continua la sua crescita aumentando il numero di padiglioni, una parte destinata ai degenti e un’altra usata come laboratori ed edifici per il lavoro.
Lo stesso durissimo metro di giudizio della Commissione fu usato anche per le altre due strutture manicomiali, quella di Quarto e quella di Paverano, quest’ultima è stata, nel 1937, inglobata dal complesso di Cogoleto.
Il grande manicomio provinciale è stato definitivamente chiuso nel 1999.

Come NOF per il manicomio di Volterra anche Cogoleto è legato ad una personalità con uno spiccato senso artistico, considerato un esempio di arteterapia riuscita: il pittore Gino Grimaldi. L’ artista, ricoverato nel 1933, ha realizzato le sue opere all’interno della Chiesa del manicomio. Dal 2007 le sue opere sono esposte all’Oratorio di San Lorenzo, a Cogoleto.

Archeologia Sanitaria

Perchè fotografare manicomi? Perchè farsi raccontare una storia prima di scattare? Perchè tutto questo è indispensabile? Tutto queste domande e molti altri racconti nella conferenza del 17 Ottobre 2015 a Cogoleto.

Figura di memoria di riferimento

A.C.C.O. L’Associazione tutela la memoria storica del luogo preservando le opere di Gino Grimaldi presenti nell’ex manicomio. Qua di seguito la pagina Facebook

Anime di cartapesta

Il racconto di uno dei più importanti reperti di storia manicomiale presenti in Italia: il presepe del Manicomio di Pratozanino.

Post di approfondimento

Anime di Cartapesta, il video

Informazioni, proposte o collaborazioni?

Non esitare a contattarmi.