DLS: i bagni del manicomio di Cogoleto

L’architettura si porta dentro una grande capacità narrativa, ci racconta storie utilizzando le forme negli spazi dove viviamo. Immaginatevi quante storie di questo genere possono essere raccolte dentro le strutture manicomiali, da sempre considerate vere e proprie architetture di esclusione. Nel 2007 visitai per la prima volta il manicomio di Cogoleto, armato soltanto di macchina … Read more

Guardare negli occhi la follia

Ricordo benissimo quella telefonata.C’era il sole, un’aria leggera. C’era quiete, quella primaverile, quella che ci regala il sorriso in ogni momento della giornata. Ricordo benissimo quella telefonata in cui mi proposero una digitalizzazione di fotografie recuperate dal manicomio. Accettai con un piacere immenso, ricordo. Arrivò il pacco e mi trovai di fronte a una moltitudine … Read more

Reparto Donne Agitate

Tutto cominciò nel 2007.Era una fresca e soleggiata giornata di Marzo quando varcai per la prima volta l’ingresso del manicomio di Imola: l’Osservanza.Una schiera di padiglioni identici, una geometria meticolosa di architettura manicomiale, come se la normalizzazione del comportamento passasse attraverso gli spazi dove i pazienti vivevano. Padiglioni identici, strade identiche. Cielo cemento terra. Cielo … Read more

Architetture di esclusione

“Nessuna contenzione.” Con queste 2 parole la sintesi del lavoro di John Conolly, psichiatra inglese che liberò il manicomio di Hamwell, una piccola cittadina del distretto londinese di Ealing, dai metodi violenti nella gestione dei pazienti. Era il 1839, epoca Vittoriana, quando Conolly si insediò nel St Bernard’s Hospital e, nello stesso anno, vi riuscì … Read more