Pillole di Silenzio – Riflessione di Alessandro Attucci

Pausa estiva per Pillole di Silenzio, che da questo lunedì fino a Settembre non pubblicherà nuove poesie. Oggi però volevo inserire un commento/critica che ha espresso un amico, Alessandro Attucci, docente di italiano ed editore presso Attucci Editrice.
Il suo sguardo si è rivolto a ROSSO e queste sono le sue parole:

Bella la poesia «rosso» che si unisce a un’immagine forse a un primo volgere e a un breve indugiare dello sguardo delle meno intense e delle meno forti a sostenere fra le fotografie di Giacomo sulla pazzia dell’anima umana e sulla crudeltà razionale della società.
Eppure quel rosso che si mostra fra quei legni graffiati parla.
E parla all’anima questa poesia.
Desolazione – ben scritta e resa – nella prima parte di questa breve poesia, appena venata di cose che tirano a sé chi legge: il legno che a lungo persiste, ma che quasi impercettibilmente si consuma, il cadere delle foglie d’autunno (metafora amata in poesia) e, cosa inusuale a leggersi, il «grido d’una follia di vento.»
Bella anche la seconda parte, anche nella costruzione sintattica dei versi (forse non meditata, chissà), con un palpito e l’ultimo riparo dato dal proprio corpo che compaiono in uno scorcio ispirato della memoria.
Bravi sì, Giacomo Doni, a evocare e Sara Guasti a generare una lirica in corrispondenza di quell’immagine breve, semplice e profonda, testimonianza che dura di grande sofferenza.

Ancora una volta grazie a Sara, la prima che ha contribuito a creare il tutto, Simone, Jessica ed infine Simona per portare avanti insieme questo nuovo progetto. Grazie ancora.

Vi ricordo le precedenti pubblicazioni:

Sara su PdS#1  –  Sara su PdS#2 – Sara su PdS#3 – Simone su PdS#4 – Sara su PdS#5 – Simone su PdS#6 – Sara su PdS#7 – Simone su PdS#8 – Jessica su PdS#9 – Simona su PdS#10

Pillole del Silenzio sarà aggiunta anche nella newsletter con cadenza mensile a cui sto lavorando e vi potete iscrivere inserendo i vostri dati pannello che trovate in alto a destra in questo post.

Seguite su twitter l’hashtag #Pilloledisilenzio per tenervi aggiornati sulle nostre poesie.

Condividi questo post

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp